Piante in idrocoltura

Idrocoltura – Piante verdi da interno facili, pulite e resistenti

prova

L’idrocoltura, coltura idroponica o coltura senza terra, è un sistema alternativo alla coltura in terra per coltivare e mantenere ogni tipo di pianta, a partire dalle piante ornamentali da appartamento e da ufficio, per finire con gli ortaggi. Giardango ne è lo specialista italiano, grazie all’esperienza più che trentennale di uno dei suoi soci fondatori.

Lasciamo le piante parlare … il loro silenzio fa rumore …

  • Non ci devi annaffiare per 1 mese.
  • Non portiamo batteri.
  • Resistiamo molto di più delle nostre parenti coltivate in terra.

La pianta

Identica alle piante coltivate in terra, meglio se da interno, ma con le radici nell’argilla espansa.

Il vaso di coltura

Tecnicamente strutturato per contenere la pianta e il substrato di argilla espansa, consentendo un adeguato scambio idrico e nutrizionale; alla base presenta, infatti, molte più fessure di un normale vaso di coltura per la terra. Presenta anche lo spazio per accogliere l’indicatore di livello dell’acqua e le sostanze nutritive. Viene inserito nel vaso esterno o fioriera, in un letto d’acqua per circa 1/5 della sua altezza.

Il substrato

Solitamente si sceglie l’argilla espansa, perché porosa, inerte, leggera e particolarmente resistente. Offre anche alta ritenzione idrica, assenza di parassiti, metalli e sali nocivi alle piante, favorendo un’ottima aerazione alle radici. Non è spigolosa, ma con forme arrotondate che non feriscono le radici durante l’invaso e la loro crescita.

Idrocoltura

L’indicatore di livello dell’acqua

La vera bacchetta magica del sistema, con tre tacche, per sapere sempre cosa fare. Affidabile e preciso, misura anche piccole variazioni in presenza di poca acqua, agendo come un semplice galleggiante.

Il nutrimento

Granulare a scambio ionico con durata di 4/6 mesi, oppure liquido da somministrare diluito nell’acqua ad ogni bagnatura mensile.

Il nutrimento

Granulare a scambio ionico con durata di 4/6 mesi, oppure liquido da somministrare diluito nell’acqua ad ogni bagnatura mensile.

Il vaso esterno o floriera

Può essere di polipropilene (plastica), di ceramica o di altro materiale, dalle forme e dai colori più diversi, secondo i gusti personali ed il contesto, per creare suggestione, valorizzando le piante e il contesto in cui queste vengono inserite, trasformandole in veri e propri elementi di arredo e decoro.

I VANTAGGI DELL’IDROCOLTURA (rispetto alle piante in terra)

SEMPLICITA’: innaffiature mensili, nessuna necessità di rinvasi e pochissime cure – in più si sa esattamente quando e quanto bagnare e concimare.

RESISTENZA: maggiore salute e durata per l’assenza di agenti patogeni del terreno e per l’ossigenazione ottimale dell’apparato radicale.

PULIZIA: l’assenza di terra elimina sporco e processi di putrefazione, muffe e parassiti, con vantaggi anche in termini di assenza di cattivi odori.

ECONOMICITA’: meno innaffiature e consumo d’acqua, oltre alla manutenzione semplificata.

PRATICITA’: maggiore leggerezza, ovvero piante più facili da spostare e più sicure da posizionare su pavimenti e tappeti di pregio.

ESTETICA: piante sempreverdi da interno, ideali per spazi da vivere e godersi in qualunque stagione.

Vuoi avere maggiori informazioni sul mondo dell’idrocoltura?
Scrivici a idrocoltura@giardango.it

Idrocoltura in pillole:

Le informazioni base da seguire per intraprendere il viaggio nel mondo dell’idrocoltura

Cosa serve?

Cosa serve per il sistema idrocoltura e i vantaggi (rispetto alle piante in terra)

Ambientazioni:

Alcune ambientazioni in idrocoltura da poter ricreare o dalle quali prendere ispirazione.