fbpx

Orto Cantù

L’orto ci dona frutta, verdura e tanti prodotti della terra genuini.

Ma non illudiamoci di poter ottenere tutto questo limitandoci a prendercene cura appena un paio di settimane prima del raccolto. Non è così che otterremo il massimo.

L’orto Cantù necessita di attenzioni tutto l’anno, in tutte le stagioni.

In fondo, ogni stagione porta con sé la sua ricchezza, ma è anche portatrice di potenziali pericoli dai quali dobbiamo preservare le nostre piante. Quando si va incontro alla stagione invernale è importante proteggere alberi e piantine da temperature rigide e da gelate.

In estate stessa cosa dicasi per il caldo. La primavera e l’autunno sono le stagioni più produttive, ma che al tempo stesso richiedono maggiore impegno.

Quindi meglio sapere come prenderci cura dell’orto Cantù stagione per stagione.

Orto Cantù in inverno: come curare le piante?

Tendenzialmente le piante dell’orto Cantù in inverno non necessitano di potatura.

È bene, piuttosto, assicurarsi di eliminare di volta in volta le foglie secche e che marciscono in quanto potrebbero creare intralcio ai processi nutritivi.

Sempre in questa stagione non dovremmo premunirci di eliminare i parassiti in quanto questi, in inverno, sono davvero rari.

Altro fattore da considerare è che l’orto Cantù in inverno non esige grandi quantità di acqua: è bene bagnare il terriccio solo nei momenti in cui si presenta secco, senza mai esagerare.

Quello che invece è consigliabile fare è dare un supporto alle piante usando un buon terriccio universale, meglio se specifico per la stagione fredda.

Naturalmente, non dimentichiamoci di proteggere le piante e gli alberi da frutto con teli appositi.

Orto Cantù in primavera: organizziamo la semina!

In primavera è tempo di iniziare a seminare le piante, se fa ancora freddo meglio prima nei vasi, posizionandoli sul davanzale della finestra o in una serra, e solo dopo nell’orto.

È altresì giunto il momento di preparare il terreno per la semina, perché le piantine dovranno essere collocate direttamente in terra libera.

Per farlo dovremo:

  • Sradicare tutte le erbacce infestanti dall’aiuola incorporando nel terreno abbondante concime, meglio se al boro o al ferro;
  • Se il terreno è inzuppato d’acqua, come accade in genere dopo l’inverno, è consigliabile incorporare della sabbia;
  • Proteggere le verdure dai parassiti, in particolare dalle lumache che possono diventare un serio problema per germogli e piante dell’orto.

Orto Cantù in estate: come prendersene cura?

Dopo la semina potremo finalmente vedere crescere i nostri ortaggi estivi: zucchine, peperoni, melanzane, fagioli e fagiolini, meloni, cetrioli e angurie.

Questi reagiscono benissimo al calore e all’afa estiva, mentre non essendo resistenti al freddo possono essere coltivati solo in serra, in condizioni ambientali artificiali particolari.
L’estate è invece il periodo migliore per seminare nell’orto piante di basilico, prezzemolo, ravanelli, cicoria e radicchi, valerianella, rucola e spinaci.
Meglio in questa stagione non utilizzare concimi, sia pur naturali, facendo piuttosto attenzione alle quantità di acqua di cui le piante hanno bisogno.

Orto Cantù in autunno: la stagione in cui l’orto richiede maggiori attenzioni

Autunno: ed è tempo di concimare il nostro orto e, in base agli alberi da frutto presenti, provvedere alla potatura.
La terra è più che mai viva, in continua trasformazione, contiene batteri e microorganismi che distruggono i rifiuti organici trasformandoli in elementi nutritivi per le piante.

È per questa ragione che l’autunno è un momento fondamentale per fare qualcosa di buono per il nostro orto Cantù soprattutto se la terra è stata impoverita da coltivazioni intensive.

orto

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.